Roma - Via Ostiense, 2/4/6 e Viale degli Ammiragli, 5/7/9

Ablazione del tartaro: cos’è e perché farla

Ablazione del tartaro

L’ablazione del tartaro è un trattamento a cui sottoporsi con regolarità se si ha a cuore la salute dei propri denti. Una corretta igiene dentale è fondamentale per mantenere sani e puliti i nostri denti.
Prevenzione e visite periodiche sono due azioni da praticare regolarmente. In particolar modo, sottoporsi a una seduta di ablazione del tartaro tiene al riparo dall’insorgere di malattie dentali come la gengivite e la parodontite. Vediamo cos’è e perché è importante sottoporsi a questo trattamento.

Ablazione del tartaro

L’ablazione del tartaro (conosciuta anche come pulizia dei denti) è un trattamento di pulizia dentale professionale che consiste nella rimozione meccanica del tartaro dai denti.
Il trattamento di curettage parodontale viene eseguito attraverso uno strumento odontoiatrico (curette) che raschia i depositi di tartaro dalle pareti dentali e assicura una pulizia accurata e profonda.

I normali spazzolini, infatti, non sono capaci di rimuovere completamente la placca dai denti. La conseguenza è che quest’ultima si cristallizza e, mischiandosi con i minerali presenti nella saliva, si trasforma in tartaro.

Il tartaro è estremamente dannoso per la salute dei nostri denti e se non rimosso può provocare gravi conseguenze. Può depositarsi nella zona sottogengivale contribuendo alla formazione di una tasca parodontale o nella zona sopragengivale presentandosi con piccole incrostazioni bianche che si depositano attorno all’orlo gengivale.

L’accumulo di tartaro può determinare la formazione di carie dentali, gengivite e parodontite. Ecco perché è importante effettuare con periodicità (generalmente ogni 6 mesi) un trattamento di ablazione dentale.

La detartrasi è anche una tecnica di prevenzione delle patologie gengivali e parodontali che potrebbero colpire il cavo orale. In seguito al trattamento potrebbe essere riscontrato un aumento della sensibilità dentale che, generalmente, termina dopo qualche settimana. A seconda dello stato di salute di denti e gengive e della disposizione dei denti, l’igienista stabilirà insieme al paziente la frequenza della seduta.

Non sottovalutare l’igiene orale quotidiana

L’igiene orale quotidiana va sempre effettuata con attenzione e accuratezza, rimuovendo minuziosamente l’accumulo di placca e i residui di cibo dai denti.

I denti vanno lavati dopo ogni pasto per almeno due minuti, spazzolando con decisione sia quelli anteriori che posteriori. Va scelto uno spazzolino adatto alle proprie esigenze, dalle setole non troppo dure e un buon dentifricio (possibilmente al fluoro per favorire la rimineralizzazione dei denti e prevenire la formazione di carie).
È inoltre consigliato l’utilizzo di filo interdentale, scovolino e collutorio per garantire una pulizia ancora più profonda.

UN CORDIALE BENVENUTO
DA WEDENTAL CARE

In questo orario i nostri studi sono chiusi. Lascia qui il tuo contatto e ti richiameremo domani.

La tua richiesta è stata registrata