Via Ostiense, 4 Roma 00154

Sanguinamento delle gengive: ecco le 5 cause principali

Sanguinamento delle gengive

Il sanguinamento delle gengive è un segnale da non sottovalutare, in quanto indica che qualcosa non va. Infatti, le gengive sane hanno un colore rosa pallido e non sanguinano mentre le gengive infiammate sono di colore rosso scuro e sanguinano facilmente.

Vediamo insieme nel dettaglio le 5 cause principali del sanguinamento delle gengive:

  1. Igiene orale insufficiente
    Uno spazzolamento troppo energico potrebbe irritare le gengive e non rimuovere correttamente la placca, determinando così un accumulo di batteri sui denti e negli spazi interdentali. Bisogna in questo caso rimuovere accuratamente la placca evitando la formazione di patologie come gengivite e parodontite. Segui i nostri consigli sull’igiene orale quotidiana!
  2. Gravidanza
    I cambiamenti ormonali in gravidanza possono comportare infiammazione e dolore alle gengive. Di solito tali problemi si presentano a partire dal secondo mese di gravidanza, intensificandosi negli ultimi mesi. La causa principale è il cambiamento della quantità di sangue che circola nel corpo della gestante, che aumenta quasi fino a raddoppiare rispetto alla normalità.
    Basterà dunque che le gengive vengano semplicemente sfregate per provocare rossore e sanguinamento.
  3. Assunzione di determinati farmaci
    Anche l’assunzione di alcuni farmaci che fluidificano il sangue come warfarin, aspirina o eparina può determinare il sanguinamento delle gengive. Questa situazione viene definita iperplasia gengivale, un processo che implica un aumento del volume gengivale.
  4. Carenza vitaminica
    La carenza di alcune vitamine (in particolare C e K) possono indebolire i tessuti e determinare il fastidioso sanguinamento dalle gengive. È sempre consigliabile seguire un’alimentazione bilanciata per avere un corpo e una bocca sana.
  5. Fumo
    Il fumo nuoce gravemente alla salute ed è una delle principali cause di gengivite e parodontite. Attraverso il fumo vengono rilasciate sui denti alcune tossine irritanti che provocano arrossamento e sanguinamento delle gengive.

Se il sanguinamento è persistente, potrebbe trattarsi della presenza di patologie molto gravi, come: diabete, disturbi della coagulazione e leucemia.

Per evitare il sanguinamento gengivale bisognerà trattare con delicatezza la propria bocca e rivolgersi al proprio dentista in caso di necessità o dubbi. Contattaci per maggiori informazioni.