Via Ostiense, 4 Roma 00154

Mal di denti in gravidanza, cosa fare?

Mal di denti in gravidanza

Il mal di denti in gravidanza è un disturbo molto diffuso ma che non deve causare eccessiva ansia.

In questo articolo vedremo le cause più diffuse che generano mal di denti in gravidanza e i rimedi per liberarsene.

Le cause del mal di denti in gravidanza

La gravidanza rappresenta per una donna un periodo di grandi cambiamenti che possono anche portare a problemi dentali e rendere la salute della bocca più delicata.

I cambiamenti interessano anche il PH della saliva che, durante questo periodo, subisce una modificazione risultando più acido. In questo modo la saliva, che grazie alla sua acidità da sempre esercita una forte resistenza contro i batteri, provocherà un aumento della placca che aderirà più facilmente a denti e gengive.

Molte donne in dolce attesa, dichiarano di soffrire di mal i denti, infiammazioni, tartaro e carie. 

Ma quali sono le cause del mal di denti in gravidanza? Tra le cause più diffuse abbiamo:

  • Sensibilità ai denti
  • Gengivite
  • Parodontite
  • Carie e ascessi dentali
  • Granuloma dentale

Il mal di denti però potrebbe non dipendere da nessuno di questi fattori ma trattarsi semplicemente di una nevralgia transitoria.

Cosa fare?

In caso di mal di denti  è necessario consultare il proprio ginecologo prima di procedere con qualsiasi trattamento volto a trovare sollievo dal dolore.

Durante la gravidanza il mal di denti può essere trattato attraverso rimedi naturali o con l’assunzione di un paracetamolo, come la tachipirina.

Tra i rimedi naturali più diffusi in questi casi ci sono aglio e cipolla, veri e propri antibiotici naturali che risultano efficaci anche attraverso il semplice sfregamento sulla parte dolente.

Altri rimedi possono essere: effettuare sciacqui con il bicarbonato di sodio, utilizzare un gel di aloe vera o un olio essenziale di chiodi di garofano.

In caso di problemi ai denti, bisogna contattare il proprio dentista di fiducia e agire tempestivamente. Per prevenire l’insorgere del problema, sarà necessario effettuare controlli prima della gravidanza e seguire una corretta alimentazione.