Via Ostiense, 4 Roma 00154

Granuloma dentale: cosa bisogna sapere

Granuloma Dentale Cosa Sapere

Il granuloma dentale è un’infiammazione cronica generalmente asintomatica dell’apice radicale, cioè della parte terminale della radice del dente e dei suoi tessuti circostanti.
La causa è essenzialmente un’invasione batterica proveniente dal canale radicolare, l’infezione si estende man mano fino ad arrivare alla polpa dentale causando pulpiti e necrosi.

Generalmente il granuloma dentale non presenta sintomi, ed è proprio questo il fattore preoccupante, infatti se l’infezione dovesse aumentare e arrivare a coinvolgere anche le zone circostanti, il paziente potrebbe avvertire mal di denti, mal di testa, gonfiore gengivale o mal d’orecchio.
Inoltre in casi gravi il granuloma potrebbe evolversi in una fistola gengivale, ovvero una lesione spesso accompagnata da pus.

Cause

Un granuloma dentale può dipendere da diverse cause che bisogna identificare per poter agire sul problema:

  • Carie non curata
  • Denti scheggiati o traumi dentali
  • Necrosi pulpare
  • Complicanza di piorrea
  • Parodontite
  • Irritazione da agenti chimici

È possibile classificare il granuloma dentale in tre tipologie a seconda della gravità e della localizzazione dell’’infiammazione:

  1. granuloma dentale semplice, ovvero la forma più diffusa, coinvolge la zona apicale della radice radicale del dente
  2.  ascessualizzato, quando al granuloma si aggiunge anche la formazione di un ascesso cronico
  3.  suppurato, la forma più grave di granuloma, qui infatti l’infiammazione è già in una fase acuta e comporta un fortissimo ascesso dentale con la presenza di pus

Trattamenti

Anche se asintomatico, il granuloma dentale necessita assolutamente di cure per evitare che scoppi provocando l’espansione dei batteri che, in casi gravi, potrebbe portare a una setticemia, una condizione che può mettere in pericolo la vita del paziente.
Per accertare la presenza del granuloma, basterà effettuare una semplice radiografia. Dall’esame radiografico, il granuloma dentale appare come un alone localizzato alla radice di un dente.

Trattandosi di una patologia cronica, non è possibile curarlo con una terapia antibiotica per questo è necessario richiedere l’intervento di uno specialista. Tre sono i trattamenti più comuni per curare un granuloma dentale:

  1. ritrattamento canalare

  2. apicectomia

  3. estrazione dentale


Con il ritrattamento canalare si mira a rimuovere il vecchio materiale causa del granuloma e si procede pulendo e disinfettando il dente prima di passare a un trattamento sicuro.

L’apicectomia invece è una piccola operazione durante la quale viene rimosso l’apice della radice dove ha sede il problema.

Infine se il granuloma è in stato troppo avanzato si procede con l’estrazione del dente.

Sarà il dentista a scegliere in base al caso se seguire l’una o l’altra strada.
Se la situazione viene sottovalutata e non si procede con le cure può avere conseguenze fastidiose come la formazione di fistole dolenti o ascessi dentali.

Contattaci per prenotare una prima visita senza impegno.