Via Ostiense, 4 Roma 00154

La nuova dentatura di Carmina

carmina intervista

Il caso di implantologia di Carmina

Continuano le interviste ai nostri pazienti. Oggi vi presentiamo la storia di Carmina e la sua intervista sull’implantologia. Una paziente di 67 anni che dopo un lungo e sofferto peregrinare tra diversi studi odontoiatrici è approdata nella nostra clinica dentale e ha trovato finalmente la soluzione al proprio problema e la serenità. Il trattamento scelto è stato quello dell’Implantologia a carico immediato, una tecnica innovativa che consente di avere impianti e denti fissi in una sola seduta di circa 6 ore.

Di che tipo di problema dentale soffriva?

Per spiegarle il problema devo prima fare un breve preambolo. Ho iniziato ad andare dal dentista già da bambina perchè mio padre soffriva di piorrea e aveva timore che anche io potessi avere problemi ai denti. Questa premura però paradossalmente mi ha recato numerosi problemi, mi spiego: negli anni mi sono rivolta a diversi dentisti per problemi differenti, questi professionisti però si sono rivelati poco efficaci e spesso discordanti tra loro sulle soluzioni da applicare. Il risultato sono stati 2 protesi mobili e una fissa che hanno alterato la posizione della mascella e mi hanno procurato col tempo dolori fortissimi. Con l’implantologia ho risolto definitivamente il problema.

Sono arrivata al punto di non riuscire a dormire, a masticare, addirittura a parlare! Acufeni, dolori alla cervicale e una costante nausa mi accompagnavano notte e giorno. Dovevo trovare una soluzione definitiva, assolutamente.

Come ha scoperto Wedental Care?

Tramite passaparola.  Un amico di mio marito si era sottoposto all’Implantologia proprio nella vostra struttura ed era contentissimo del risultato. A quel punto ho pensato, sarà la volta giusta? Non ne potevo più. Quindi vi ho chiamato e ho prenotato la prima visita.

Come è avvenuta la prima visita?

Per prima cosa ho conosciuto la dottoressa Cristiana Massa, una persona fantastica. Mi ha fatto un’ortopanoramica e poi alcune domande per capire che dolori avevo e a che tipo di trattamenti mi ero sottoposta in passato. Le ho raccontato delle mie pessime vicissitudini passate con i dentisti e le ho spiegato che il precedente odontoiatra aveva notato una carenza di osso sulla parte superiore. La dottoressa mi ha quindi prescritto una TAC dentale per verificare con precisione questo aspetto.

Mi ha spiegato che la soluzione più indicata per il mio caso sarebbe stata rimuovere le vecchie protesi e inserire degli Impianti a carico immediato ma che occorreva comunque verificare l’idoneità delle ossa, capire il grado di carenza. Poi lei e l’anestesisita mi hanno chiesto anche delle analisi del sangue poichè in passato sono stata sottoposta a terapie mediche molto importanti (che non riguardavano però i denti) ed era importante conoscere eventuali interazioni con i sedativi previsti durante l’intervento. Tutta questa premura e precisione mi hanno sicuramente rassicurata.

E dopo la tac?

La dottoressa mi ha detto che ero idonea per il trattamento e per me è stata ovviamente una bellissima notizia! A quel punto mi ha spiegato nel dettaglio il piano di cura e le spese previste per l’intero trattamento. Ha chiarito subito che ortopanoramica e TAC fossero incluse nel prezzo. Poi abbiamo concordato la data dell’intervento che, a grande sorpresa da parte mia, sarebbe avvenuto la settimana successiva. Nulla a che vedere con i tempi della sanità pubblica. Per questo faccio con piacere questa intervista sull’implantologia.

Il preventivo è stato ragionevole?

Assolutamente sì. Pensi che volevo pagare in un’unica soluzione ma la dottoressa mi ha spiegato che la rateizzazione non avrebbe previsto alcun interesse e che quindi sarebbe stato senz’altro più comodo per me dividere la spesa. Ma c’è stata anche un’altra cosa che mi ha sorpresa in modo veramente positivo: avevo riferito alla dottoressa dei miei problemi di bruxismo durante la notte (= stringere i denti in modo patologico) e lei mi ha detto che nel prezzo totale sarebbe stato incluso anche un Bite notturno da indossare nei mesi dopo l’intervento. Che dire, fantastico!

Com’è andato l’intervento?

Breve e assolutamente indolore. Tra l’altro è avvenuto poco tempo fa, un mese circa. Come preannunciato dalla dottoressa, ho avuto ancora alcuni dolori alla mascella ma grazie al bite che mi verrà consegnato la prossima settimana, contestualmente a una delle visite di controllo, risolverò pian piano anche questo problema. Insomma, un grande grazie alla dottoressa Massa e in generale a tutto lo staff perchè sono stati veramente comprensivi e premurosi. Spero che questa mia intervista sull’implantologia possa aiutare altre persone.