Via Ostiense, 4 Roma 00154

Dolore alla mandibola: cause e rimedi

dolore.mandibola

La mandibola è l’unica parte mobile della bocca. Si tratta di un osso a forma di U che insieme alla mascella superiore costituisce la bocca. La sua funzione è quella di consentire all’essere umano la masticazione e la fonazione.
Molte persone, almeno una volta nella vita, hanno avvertito un dolore di varia intensità nella zona della mandibola e dei tessuti circostanti e soprattutto in corrispondenza dell’articolazione temporo mandibolare (ATM).
Questo dolore, sporadico o ricorrente, potrebbe aumentare durante la masticazione ed espandersi fino all’orecchio.

Non è certo facile convivere con questo tipo di dolore, ecco perché vi consigliamo di indagarne le cause e le possibili cure.

Come riconoscere i sintomi?

Generalmente i sintomi più diffusi sono mal di testa e mal di denti e un forte dolore a viso e orecchio con la comparsa di ronzii e vertigini. Ma potrebbe verificarsi anche il cosiddetto scatto articolare, ovvero un clic all’apertura e chiusura della bocca.
I sintomi esatti dipenderanno naturalmente dalla causa che li provoca e che dovrà dunque essere individuata per poter procedere con il trattamento.

articolazione temporo mandibolare

Cause

Le patologie che posso provocare dolore alla mandibola sono davvero numerose. Tra le più frequenti abbiamo sicuramente:

  •  ansia e stress

  • otite
  • sinusite
  • diverse patologie del cavo orale (carie, eruzioni del dente del giudizio, bruxismo, gengivite)
  • traumi o fratture di testa e mandibola
  • infezioni
  • tumori dell’osso mascellare e della mandibola

  • problemi articolari (lussazioni, artrosi)

Ma potrebbero esserci tantissime altre cause, in quanto, come detto in precedenza, la lista è davvero lunga.

Come trattare il dolore alla mandibola?

Il dolore alla mandibola può essere curato (se lieve) con farmaci antinfiammatori che permettano di placare il dolore o con l’applicazione sulla zona dolente di impacchi d’acqua caldi o freddi. È consigliabile evitare di consumare cibi duri o che  richiedano una masticazione intensa.

Anche praticare dei massaggi può essere utile per rilassare la muscolatura e lenire il dolore.

Se il dolore dovesse essere dovuto a traumi è necessario recarsi al pronto soccorso più vicino e verificare se vi siano conseguenze più o meno gravi.

In presenza di un dolore intenso e che si protrae nel tempo è necessario rivolgersi a uno specialista che ne verifichi le cause, solo in seguito sarà possibile procedere con il giusto trattamento.
Lo gnatologo in particolar modo è colui che si occupa dei disordini a carico del complesso cranio-cervicale-mandibolare. Per questo è molto importante effettuare una visita gnatologica, in modo da poter valutare lo stato dell’apparato masticatorio del paziente e, dopo esami approfonditi,  in caso di individuazione di un eventuale malfunzionamento, procedere a trattamenti correttivi.