Via Ostiense, 4 Roma 00154

Digrignamento denti: le cause più diffuse

Digrignamento denti cause

Il digrignamento denti è una patologia dentale in continuo aumento.
Secondo l’Ansa, con la pandemia di Covid 19, si è registrato un boom di problemi dentali.

I dati riportati, provengono dagli Usa ma secondo Luca Landi (presidente SIdP) questi dati sono riscontrabili anche in Italia e rilevano:

  • + 36% di fenomeni di bruxismo
  • + 120% di fratture dentali (rispetto al 2019)
  • + 18% di processi cariosi

La causa scatenante dei fenomeni di bruxismo, in questa situazione di emergenza, è sicuramente lo stress e l’ansia. Vediamo nel dettaglio di cosa stiamo parlando e come smettere di digrignare i denti.

Digrignamento dei denti: sintomi e cause

Il digrignamento dei denti (bruxismo) è un’azione involontaria che comporta la contrazione dei muscoli facciali. In particolare consiste nello sfregamento accidentale delle due arcate dentarie: quella superiore e quella inferiore.

È frequentemente riscontrato nella fase notturna ma si verificano numerosi episodi anche diurni. Il bruxismo può colpire non solo le persone adulte ma anche i bambini, tuttavia in questi ultimi il fenomeno tende a scomparire con la crescita.

Si manifesta con sintomi come emicrania, dolore a collo e spalle, presenza di uno schiocco o un clic nella mascella quando si apre o chiude la bocca, sensibilità dentale, lesioni e usura di un elemento dentale (come denti scheggiati o rotti).

Tra le cause più diffuse ci sono:

  • Episodi di stress e ansia
  • Disturbi del sonno
  • Fattori emotivi e psicologici
  • Problemi di malocclusione dentale

Sarà il dentista a determinare se si tratta di bruxismo attraverso un’accurata visita di controllo e degli opportuni esami. Se accerterà la diagnosi, potrà proporre al paziente di indossare un bite dentale.

Come smettere di digrignare i denti?

Come abbiamo detto, per il digrignamento denti cause diffuse sono sicuramente anche ansia e forti periodi di stress, quindi il primo passo è rilassarsi. Allontanare ogni preoccupazione e pensiero negativo consente di affrontare la vita con serenità e tranquillità.
Come farlo? Praticando yoga, una qualunque attività sportiva, ascoltando musica, facendo un bagno caldo o dedicandosi a un hobby.

Un altro consiglio utile è quello di indossare, sotto controllo dentistico, un bite che protegga i denti dal digrignamento notturno.
Il bite può essere acquistato in farmacia oppure realizzato su misura.

In caso di malocclusione, sarà invece opportuno effettuare una cura ortodontica per risolvere il problema.

Per qualsiasi dubbio o informazione contatta i nostri professionisti e prenota una visita senza impegno per analizzare il tuo problema e trovare la soluzione più adeguata a risolverlo.