Via Ostiense, 4 Roma 00154

La devitalizzazione di un dente è una procedura dolorosa?

Devitalizzazione di un dente: è una procedura dolorosa?

Avverti ipersensibilità agli stimoli esterni (freddo, caldo, dolce o salato)?
La sensibilità dentale associata a dolore potrebbe essere segno di infezione e il dentista, in seguito a una visita accurata, potrebbe consigliare una devitalizzazione del dente.
In cosa consiste e come viene effettuata?
Te lo spieghiamo nel nostro articolo.

Cosa si intende per devitalizzazione?

La devitalizzazione (detta anche cura canalare) è una pratica medica che fa parte dell’Endodonzia ovvero la branca odontoiatrica che interviene sulla parte più interna del dente dove sono contenuti nervi e vasi sanguigni (polpa).
Ricordiamo che il dente è formato da tre parti:

  • corona, la parte visibile del dente ovvero quella che sporge dall’alveolo
  • radice, la parte non visibile del dente inserita nell’alveolo
  • colletto, il limite tra corona e radice che forma un tessuto di transizione attorno al quale la mucosa forma la gengiva

La devitalizzazione può essere considerata ormai un intervento di routine, che deve essere effettuato necessariamente nel caso in cui la polpa del dente risultasse ammalata o danneggiata.
Generalmente i sintomi avvertiti sono:

  • dolore durante la masticazione
  • dolore durante il consumo di bevande o alimenti particolarmente caldi o freddi
  • gonfiore della gengiva e/o del viso
  • cambiamento del colore del dente

Nel caso in cui venissero avvertiti uno o più di questi sintomi sarà fondamentale rivolgersi al proprio dentista per valutare la situazione e, in caso di necessità, intervenire tempestivamente.

Come viene devitalizzato un dente

La devitalizzazione viene effettuata per evitare di dover arrivare all’estrazione del dente.
Il processo di devitalizzazione prevede:

  1. Rimozione della polpa dentale
  2. Sostituzione della polpa
  3. Ricostruzione del dente

Il punto di partenza è quello di effettuare, in seguito a un’anestesia locale, un piccolo foro nella corona del dente in modo da poter accedere alla camera pulpare e rimuovere la polpa dentale infiammata.
Viene poi meticolosamente pulito il canale radicolare per poter procedere con l’otturazione cioè il riempimento del suddetto canale con del materiale biocompatibile che permetta di sigillare il dente ed evitare l’ingresso di batteri e residui di cibo.

Noi di Wedental Care utilizziamo materiali biocompatibili di prima scelta in sostituzione delle ormai superate amalgame in argento. Per offrire al nostro paziente sempre il meglio!

Si tratta di un intervento doloroso?

Nell’immaginario di ogni paziente la devitalizzazione viene vista come una tra le pratiche che incute più timore.
Trattandosi di un intervento effettuato in anestesia locale, la devitalizzazione non è affatto dolorosa.
È giusto precisare che dopo l’intervento si possono avvertire fastidi che possono essere debellati con un comune antidolorifico.